Review: Once Upon A Time 2×03 – “lady of the lake”

Episodio incentrato principalmente su Snow, sul sacrificio e sulla famiglia. Riusciranno Biancaneve ed Emma a ricostruire il rapporto madre-figlia?

Ripartiamo dall’incontro di Emma e Snow con Cora. Emma ignara della sua reputazione le racconta alcuni dettagli sulla maledizione e sulla loro vita a Storybrooke per poi essere interrotta da Snow che la avverte della pericolosità della donna che però si comporta in maniera apparentemente innoqua. Al villaggio Snow ritrova un vecchio amico, Lancelot, ex cavaliere della tavola rotonda che non esita ad aiutare le due donne a trovare un modo per fare ritorno a Storybrooke. Così insieme a Mulan si dirigono tutti al vecchio castello dove dimoravano Snow e Charming, sperando di riuscire ad utilizzare il tronco d’albero di Geppetto per andarsene. Per arrivarci attraversano la foresta degli orchi dove Biancaneve, da brava mamma, avverte più volte Emma di non fare rumore perchè gli orchi non sono come il buon Shrek, ma un attimo più grossi e pericolosi. Mentre si accampano per la notte Aurora, desiderosa di vendetta per la morte di Philip, spunta fuori a sorpresa e attacca Snow ma viene distolta dai suoi piani da Mulan. Si spera che ora abbia capito che non è colpa di Biancaneve se il suo principe è morto. Quando anche Emma sopraggiunge e si accorge di cosa sta accadendo, spara un colpo di pistola, attirando così un orco che per poco non la uccide. In un attimo Snow prende in mano la situazione e salva la figlia tirando una freccia in un occhio del gigante e le fa pure la ramanzina (“la prossima volta ascoltami”). Un buon modo per ricostruire il legame mother-daughter. Quando arrivano al castello c’è un altro bel momento in cui Emma capisce che i suoi genitori sono stati costretti a un grande sacrificio per poter salvare lei e tutto il regno e capiamo che comincia a mettersi sulla via del perdono. Il colpo di scena avviene quando si scopre che, purtroppo, nel gruppo c’è un traditore: Lancelot in realtà è Cora che quindi non è per niente innoqua come voleva fare credere. Il povero cavaliere lo aveva ucciso da un pezzo 😦 La perfida donna cerca di usare il tronco di Geppetto ma Emma e Snow la ostacolano fino a essere costrette a farlo bruciare pur di impedire a Cora di impossessarsene. La donna sparisce ma come al solito “non finisce qui”. Bisognerà trovare un’altra via per riabbracciare Charming.

Riassuntino di come Snow e Lancelot (quello vero) erano diventati amici ai vecchi tempi: quando il padre di Charming rapì Snow (dopo che si era svegliata col bacio del vero amore) la maledì così che, come la moglie, non avrebbe mai potuto avere bambini. *risata malefica*. Lancelot faceva parte delle guardie del Re ma decise di disertare per amore e di aiutare anche Biancaneve. Non contento di aver maledetto la futura nuora, il sovrano decise anche di far uccidere la vera madre di Charming  e quando la trovarono trafitta da una freccia avvelenata il figlio, Snow e Lancelot si diressero al lago magico per avere un’ultima speranza di salvare la donna. Purtroppo però una volta arrivati lì lo trovarono prosciugato ed era rimasto solo un piccolo sorso d’acqua contenuto in una conchiglia. In breve, la madre di Charming decise di sacrificarsi aiutata da Lancelot e di dare a Snow quel goccio d’acqua per curarla dalla sua maledizione. Inoltre Lancelot celebrò le nozze di Snow e Charming davanti alla donna morente come ultimo desiderio. Grazie a questa vicenda il cavaliere e Biancaneve divengono amici e lei capisce il valore del sacrificio.

Intanto a Storybrooke Henry vorrebbe rendersi utile per tentare di salvare la madre e la nonna ma Charming cerca di tenerlo in disparte per proteggerlo. Tuttavia qualcosa di significativo Henry riesce a farlo poichè finalmente aiuta a far riunire Jefferson con la sua figliola. A questo punto Charming capisce che non può lasciarlo fuori e inizia a insegnargli a combattere con le spade di legno.

Review: Once Upon A Time 2×02 – “We are both”

Ci eravamo lasciati con la sparizione di Mary Margaret ed Emma nel mondo delle fiabe e con il povero Charming risoluto nel ritrovarle (perchè è il suo motto). In questo episodio Regina-centrico scopriamo qualcosa di più su come la donna è diventata così cattiva e senza scrupoli ma anche come Charming gestirà il fermento che si è creato in città.

Grazie a una serie di flashback ci viene mostrata una giovane Regina che prima tenta invano di scappare a pochi giorni dal suo matrimonio con il Re e poi chiede all’adorato padre come abbia fatto la madre ad ottenere così tanto potere. Lui le spiega che tutto risale a prima che si sposassero e che fu un uomo misterioso a darle i poteri attraverso un libro che la donna porta sempre con sè. Sperando di poter trovare una soluzione ai suoi problemi e liberarsi dalla sensazione di stare diventando cattiva anche lei, Regina ruba il libro alla madre e invoca Rumplestiltskin, incontrandolo così per la prima volta. Il Signore Oscuro ha ovviamente già presente tutta la situazione e dice addirittura di aver aspettato la chiamata di Regina da molto, molto tempo. Le dà uno specchio (specchio specchio delle mie brame..) che in realtà è un portale per un’altra dimensione e basterà che Regina vi getti dentro la madre per liberarsene una volta per tutte. Inizialmente la ragazza è titubante ma difronte all’ennesima cattiveria della donna, finisce con lo spingerla. Felice, Regina si appresta a lasciare il Regno ma a quel punto Rumplestiltskin ricompare per “riscuotere” perchè si sa, non fa niente per niente. Chiede a Regina se usare la magia per mandare via la madre le sia piaciuto e lei si trova ad ammettere che è stato così, quindi Rumple le propone di insegnarle ad usare il suo potere (un giorno gli servirà per i suoi scopi). La ragazza ha il dubbio che però così diventerà davvero come la madre e Rumple le risponde che questo dipende solo da lei…e sappiamo tutti come è andata a finire.

Intanto a Storybrooke i sette nani fanno una scoperta sorprendente: se si attraversa il confine della città si perde la memoria un’altra volta. Ne paga le conseguenze uno dei nani ma gli altri gli promettono di trovare presto della polvere fatata per curarlo. Regina si reimpossessa del libro magico da Mr. Gold che glielo rende in cambio della promessa di non essere più disturbato da lei, segno che forse l’influenza di Belle sta dando i suoi frutti. Tuttavia quando scopre da Charming della storia del confine ci rimane parecchio male perchè pare che fosse pronto a partire per New York. A cercare il personaggio sconosciuto della scorsa puntata? Chi lo sa. Charming si rivolge a Gold perchè lo aiuti a ritrovare il Cappellaio Matto ossia il triste Jefferson; infatti Charming è convinto che solo lui possa aiutarlo a riparare il cappello e quindi a fargli raggiungere le sue donne. Molto prevedibilmente però quando lo trova Jefferson gli ride in faccia perchè andiamo, se sapesse quante volte ci ha provato lui a farlo funzionare! Tornando a Regina, i suoi ritrovati poteri magici le permettono di riprendersi Henry che cerca di scappare da casa sua proprio come Regina cercava di scappare dalla madre ai tempi del regno delle fiabe, ma senza risultato perchè lei lo riacchiappa subito. Henry le spiega che non è così che gli farà desiderare di restare con lei, non può costringerlo a volerle bene e così alla fine Regina si arrende e lo lascia andare, affermando anche di volersi redimere. Adoro le storie di redenzione, ma sarà vero? Meglio non fidarsi.

L’agitazione degli abitanti di Storybrooke sfocia in un esodo generale interrotto appena in tempo da Charming che attacca un discorso alla Obama assistito da Ruby che è un pò il suo Joe Biden. Il principe spiega che andandosene perderanno tutti sè stessi e lui personalmente non vorrebbe mai tornare ad essere David ora che sa chi è veramente e per questo bisognerà rimanere tutti uniti per cercare di ritrovare Snow ed Emma e anche per fronteggiare nuovi pericoli. Le due disperse nel frattempo sono state portate nel villaggio dei sopravvissuti alla maledizione e tenute prigioniere da Mulan e Aurora. Nella loro grotta trovano un’altra prigioniera, Cora, la madre di Regina…