Finalmente capire perchè Regina ce l’ha su con Biancaneve

C’è un episodio in particolare che sapevo sarebbe arrivato nel corso della serie e lo aspettavo con ansia (più di quanto aspettassi quello di Cappuccetto Rosso): l’episodio in cui ci dicono perchè Regina ce l’ha su con Biancaneve. Ci hanno messo così tanto che ormai credevo di dover aspettare fino alla season finale ma invece l’altro ieri sera mi sono beccata il tanto sospirato episode. Bene, ecco cos’è successo:

Regina era una ragazza dolce e cara, viveva con l’adorato padre e la madre che però era esattamente come è lei adesso, cattiva e con un grande potere che non esita ad usare sulla figlia ogni qualvolta che quella le disubbidisce. In segreto Regina si vede con lo stalliere, Daniel, ne è innamorata ma mai lo confesserebbe alla madre che per lei ha aspettative più alte. Un giorno Regina salva una bambina su un cavallo imbizzarrito e chi potrà mai essere questa bimba? Biancaneve. La piccola racconta tutto a suo padre, il re e questi si presenta a casa di Regina per chiederla in moglie. Da qui parte la disperazione perchè lei non lo ama, vuole scappare con Daniel ma ancora una volta ci si mette di mezzo Biancaneve che li scopre a baciarsi. La bambina non capisce ma Regina le spiega per bene che l’amore non si controlla, quindi  non può sposare suo padre e le fa promettere di non dire nulla a sua madre perchè si infurierebbe e la ostacolerebbe. Biancaneve promette ma avvicinata dalla perfida donna si fa raggirare e le racconta tutto credendo di aiutare le due a riallacciare i rapporti. Il finale è prevedibile: la madre di Regina la scopre mentre tenta la fuga con Daniel e lo uccide strappandogli il cuore, “per il suo bene”, sè come no. Regina è distrutta ed è anche costretta a sposare il re a questo punto. Quando poi scopre che è stata Biancaneve a fare la spia i suoi piani di vendetta iniziano a prendere forma e quella ragazza allegra e spensierata che era muore per sempre lasciando il posto ad un’algida donna calcolatrice e ferita nel profondo. Solo la vendetta le darà pace o almeno un pò di giustizia.

Ora, parliamone: non è che io voglia giustificare Regina però un pò di ragione ce l’ha. Ho capito che Biancaneve era piccola ai tempi però se t’hanno detto di stare zitta tu non farti fregare, no? Probabilmente anch’io nei panni di Regina un pensierino sulla vendetta ce l’avrei fatto (e per prima cosa avrei fatto fuori la mammina che è la prima responsabile della morte di Daniel). Detto ciò mi chiedo perchè questa donna debba prendersela con chiunque incroci il suo cammino. Ho capito che i personaggi del mondo delle favole tipo il Cappellaio Matto sono dei mezzi per ottenere ciò che le serve per attuare i suoi piani di vendetta però per quale motivo dovrebbe farli soffrire come lei ha sofferto? Io al posto suo starei male  a vedere qualcun altro perdere il grande amore o un figlio quando ci sono passata per prima. E la cosa si estende anche a Storybrook (ricordate l’orribile morte di Graham? Pari pari alla morte di Daniel). Perchè lo devi fare? Prenditela solo con Biancaneve e il Principe Allocco, no? Le stesse perplessità le ho su Rumplestiltskin ma prima di manifestarle del tutto aspetto il prossimo episodio che sarà tutto su di lui (yeah!)

Nothing stays buried forever: thank God!

Ieri sera ho finalmente finito di vedere la quarta stagione di True Blood. Finalmente perchè in America come di consueto inizia in estate e quindi sono in ritardo rispetto agli altri trubies del mondo, e finalmente perchè quest’anno non se ne poteva più. Vi giuro, io adoro True Blood tanto che in quinta ci feci il topic per l’esame orale del Trinity, ma durante tutta la stagione 4 ho faticato a ricordare quei bei tempi. Ricapitoliamo cos’è successo: dopo aver lasciato Bill perchè le aveva raccontato tante balle, Sookie si è ritrovata in un mondo fatato in cui ha scoperto che si, c’è un motivo se legge nel pensiero e lancia energia dalle mani e cioè che è una fatina! i pochi minuti passati dall’altra parte corrispondono a un anno nel nostro mondo e quando la nostra cameriera preferita fa ritorno a Bon Temps molte cose sono cambiate. Per prima cosa quello sfaticato di suo fratello Jason è riuscito a diventare poliziotto, Tara si è trasferita lontano lontano (ed è diventata bisex), mentre Bill ha furbamente preso il posto della compianta (forse solo da me) Sophie Anne diventando così Re. E Eric? Il biondo fusto non se l’è mai dimenticata Sookie e al contrario di tutti gli altri non ha mai perso la speranza di ritrovarla, così giusto per stare tranquilli, ha comprato la sua casa. All’inizio a Sookie non fa proprio piacere ma cambierà presto opinione; infatti la cattivona della stagione è Marnie (perchè? perchè? perchè???) una strega di quelle che accendono le candele e si prendono per mano con le amiche che decide di fare un salto nel lato oscuro della forza unendosi allo spirito di Antonia, ben più potente strega morta secoli orsono per mano dei vampiri. Entrambe molto incazzose verso gli amici coi canini, le tentano tutte per vendicarsi cominciando da Eric. Le due gli lanciano un incantesimo e il vichingo perde la memoria e sostanzialmente diviene innoquo come un poppante. Da qui, ovviamente, parte la tanto agoniata love story con Sookie, fatta di momenti super fluff e secondo me di un pò troppe scene di nudo da parte di Anna Paquin (davvero erano tutte così necessarie?). Morale della favola: vendetta contro i vampiri fallita, Eric e Bill entrambi scaricati da Sookie (che a questo punto o si fa suora o sceglie il terzo candidato, Alcide), Tara uccisa dalla anch’essa scaricata Debbie e Debbie di conseguenza assassinata da un’arrabbiatissima Sookie. Ah, finalmente Tommy è morto e pure Jesus (era troppo felice con Lafayette, se l’è cercata).  Tirando le somme i punti deboli della season 4 sono stati i seguenti: la scelta della cattiva e le sottotrame. Se guardiamo al passato ci rendiamo conto che i big bad di una volta erano tutta un’altra storia. Lo psicopatico Renee che ha tenuto in piedi tutta la prima stagione, la bella e spietata Sophie Anne, la pazza e spregiudicata Maryanne ma soprattutto Russel Edgington! Come hanno potuto pensare che le streghe di quest’anno potessero reggere il confronto con tali predecessori?? E le sottotrame? Praticamente ogni personaggio ricorrente ha avuto il suo spazio, uno spazio se vogliamo anche non richiesto (no sul serio, a chi interessava di Andy Bellefleur??) e alcune storie e personaggi sono stati semplicemente lasciati perdere (le fate di Sookie? Eric uccide la sua protettrice e non arriva nessuno a vendicarsi? E Crystal? Ha rapito e tentato di trasformare Jason in un mannaro e quando è scappato non se l’è più andato a cercare? Mah.).

Ma fermi tutti perchè non vale la pena di gettare il telecomando (o al limite di usarlo per cambiare canale) perchè ho grandi speranze per la season 5. Si perchè forse anche gli autori hanno dato una sbirciatina ai gloriosi anni precedenti e si sono accorti che valeva la pena di richiamare alcune vecchie conoscenze. Ed è così che l’estate prossima assisteremo al trionfale ritorno di Russel Edgington, interpretato dal mio amatissimo Denis O’Hare, che risorgerà per noi dal freddo cemento. Non solo, perchè anche il reverendo Newlin tornerà in quel di Bon Temps, anzi, è già tornato nel finale della quarta stagione e ha una bella novità: delle zanne. Io sono curiosa e fiduciosa di potermi ancora chiamare una fan di True Blood 🙂